logo Per le cose che hanno importanza, "fai passaparola"!

Un giorno, poco dopo la morte del padre, questa ragazza si è svegliata con il corpo ricoperto da macchie infette. Non se ne libererà mai.

Giorgia Lanuzza è una ragazza inglese ma di origini italiane, che è stata toccata da un evento drammatico quando aveva 13 anni - suo padre, Giuseppe, muore in un incidente stradale. La ragazza, appena un’adolescente, si è sentita come se il mondo le fosse cascato addosso. Poco dopo un altro trauma, anch’esso incurabile – le è stata diagnosticata la psoriasi, una patologia che ha provocato la comparsa, sul 97% del suo corpo, di macchie dolorose e ricoperte di scaglie.

Dopo la morte prematura del padre, Giorgia è crollata. Lo stress, l’indebolimento del sistema immunitario e i farmaci hanno attivato una malattia che si manifesta attraverso l’insorgere di chiazze rosse che fanno screpolare la pelle. Giorgia aveva contratto una forma grave di psoriasi e le macchie squamose hanno cominciato a ricoprire quasi ogni centimetro della sua pelle.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo Condividi su facebook

A scuola ha attraversato innumerevoli episodi di bullismo, i coetanei la chiamavano “mostro” e i loro sguardi tradivano disprezzo. Giorgia non riusciva più ad accettarsi...

Prima la morte del padre, poi questa malattia... i disagi non finivano mai, sia in ambito sociale che a livello estetico. Giorgia ricorda i momenti peggiori di quegli anni:

× Seguici su Facebook Mi piace già
×

Aggiungiamo contenuti interessanti ogni giorno.

Seguici su Facebook