logo Per le cose che hanno importanza, "fai passaparola"!

Cercavano una escort. Impossibile però concordare prezzo e appuntamento con quelle donne... Sono tutte morte.

Per le donne coinvolte nel giro della prostituzione la violenza è spesso una realtà quotidiana. Una realtà il più delle volte confinata al silenzio e all’ombra delle grandi città. Le campagne di sensibilizzazione mostrano inoltre che molte donne “attive” nel business delle prestazioni sessuali a pagamento lo sono contro la propria volontà. In particolare ce n’è una, Girls of Paradise creata dall’agenzia parigina McCann, che focalizza l’attenzione sul trattamento brutale riservato a queste donne dai clienti.

La campagna Girls of Paradise ha adottato un approccio a dir poco rivoluzionario per sensibilizzare l’opinione pubblica alla violenza con cui le prostitute si trovano a dover fare i conti.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo Condividi su facebook

Il primo passo è stato realizzare un sito d’incontri fittizio. Gli uomini potevano scegliere tra decine di donne, guardare le loro foto, conoscerne nome, età e misure. Trovata la partner ideale, era sufficiente aprire la chat per saperne di più.

E qui arriva lo shock. L’immagine che si apriva nella finestra della chat, infatti, non aveva nulla di sessualmente appetibile. La donna mostrata era piena di lividi, triste, sul corpo riportava graffi e ferite varie. Chi era arrivato fin lì poteva scoprire la storia di violenza che ha dovuto affrontare prima di venire assassinata. Proprio così, tutte le donne presenti su Girls of Paradise sono decedute.

× Seguici su Facebook Mi piace già
×

Aggiungiamo contenuti interessanti ogni giorno.

Seguici su Facebook