logo Per le cose che hanno importanza, "fai passaparola"!

Il loro figlio si è spento nel sonno. La reazione dei genitori non è descrivibile a parole...

Per i genitori non c’è maggiore gioia che veder nascere un bambino nè ci può essere maggiore tragedia della perdita della creatura che si è messa al mondo. Era il 23 settembre del 1988 quando Ernest e Anneke Robinson accolsero nella loro famiglia un figlio, Matthew. La loro felicità però si smorzò presto davanti alle sue disabilità fisiche e scomparve del tutto subito dopo quando appresero che il cervello del piccolo era stato fatalmente privato di ossigeno... Matthew era paralizzato dal collo in giù e i medici gli avevano dato solo poche ore di vita.

Matthew non ne voleva sapere di andarsene. Ha lottato ogni giorno e in modo così tenace da resistere per 11 anni. I suoi genitori lo hanno circondato di amore e affetto fino alla fine.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo Condividi su facebook

Non è stato facile accudire un bambino disabile. Ci sono stati momenti in cui i genitori di Matthew sono crollati, hanno temuto di non farcela e si sono indignati per la mancanza di comprensione da parte di certi ambienti sociali.

Hanno visto il loro figlio allentare la presa e morire i 21 febbraio 1999. Suo padre ha deciso di rendere omaggio alla sua memoria. Guardate che cosa ha fatto.

× Seguici su Facebook Mi piace già
×

Aggiungiamo contenuti interessanti ogni giorno.

Seguici su Facebook