logo Per le cose che hanno importanza, "fai passaparola"!

Donna morente sente delle labbra che si strofinano sulla sua guancia. Le infermiere non possono trattenere le lacrime...

Quando raccontiamo questo tipo di vicende ci chiediamo se possono succedere anche in Italia... esaudire l’ultimo desiderio di una persona che sta per spegnersi è un nobilissimo gesto! Le infermiere dell’ospedale di Wigan (Gran Bretagna) hanno fatto tutto il possibile affinchè la loro paziente, una donna 77enne malata terminale, potesse nuovamente abbracciare la felicità.

A Sheila Marsch non rimaneva più molto tempo. Aveva 77 anni e una malattia che non le dava tregua. Prima di terminare la sua vita terrena ha voluto congedarsi dai suoi parenti più cari e salutare l’amato amico di cui si era occupata per 25 anni – un cavallo di nome Bronwen che aveva preso con sè quando era ancora un puledro. Sarebbe toccato a sua figlia Tina il compito di avere cura dello stallone, oltre che di altri cinque cavalli, tre cani e tre gatti che vivevano nella casa di campagna della madre e che le erano sempre stati incrollabilmente fedeli. Malgrado il rigido regolamento della struttura ospedaliera il personale non poteva che accontentare la paziente – l’hanno fatta uscire in cortile dove ad attenderla c’era Bronwen. Con le lacrime agli occhi, Pauline Law, una delle infermiere che hanno reso possibile l’ultimo commovente incontro tra i due, ha riferito di aver subito avvertito quanto esso fosse importante per tutta la famiglia della donna ricoverata. L’augurio è che tutti i pazienti, dovunque si trovino, possano essere trattati con lo stesso riguardo e sollecitudine!

Ti è piaciuto questo post? Condividilo Condividi su facebook

Che grande nobiltà d’animo!

× Seguici su Facebook Mi piace già
×

Aggiungiamo contenuti interessanti ogni giorno.

Seguici su Facebook