logo Per le cose che hanno importanza, "fai passaparola"!

La loro figlia, anche se del tutto sana, è considerata alla stregua di un miracolo medico. Vi spieghiamo il perchè.

La coppia formata da Gabriela Andrade e da suo marito, Fabio Marchetti de Moraes, è come tante altre: i due si amano, hanno dei piani in comune e anche se capita che esploda qualche litigio a prevalere è la voglia di affrontare le sfide insieme e di supportarsi a vicenda. Ciò che li distingue dalle altre coppie è la malattia da cui sono affetti. In teoria non avrebbero potuto avere figli, sono invece riusciti a mettere al mondo una bellissima bimba che è il ritratto della salute!

Gabriela a Fabio sono enbtrambi brasiliani e si sono conosciuti dieci anni fa. Gabriela ha la sindrome di Down mentre Fabio soffre di disabilità intellettiva. Le donne con sindrome di Down hanno il 50% di probabilità di concepire un figlio e le stime parlano di una cinquantina di bambini in tutto il mondo nati da mamma affetta dalla cosiddetta trisomia 21...

Ti è piaciuto questo post? Condividilo Condividi su facebook

Benchè Gabriela avesse messo su vari chili nessuno all’inizio si aspettava che fosse rimasta incinta. La verità è emersa con incontrovertibile chiarezza al 6° mese di gravidanza. Giunto il momento del parto, ad affollarsi nelle teste dei loro parenti furono soprattutto i timori... Valentina però è nata perfettamente sana! Sono state piuttosto le autorità a portare sommo dispiacere con un decreto volto a sottrarre la neonata ai giovani genitori, considerati dalla legge privi di potestà genitoriale... Per fortuna sono intervenuti i nonni della piccola Valentina – la famiglia abita ora dai genitori di Gabriela.

La mamma di Gabriela sostiene convinta di non avere mai visto dei genitori più solerti e premurosi di loro. “Il loro approccio alla vita è molto più limpido del nostro e non hanno paura di manifestare le proprie emozioni” – ha aggiunto. La bambina raffigurata nella foto è Gabriela – per via della sua diversità ha dovuto sempre lottare per essere accettata. L’età adulta non l’ha trovata impreparata ed è riuscita a ritagliarsi un angolo di felicità.

Essere felici è un diritto di tutti e auguriamo il massimo di serenità a questa coppia così fortunata!

× Seguici su Facebook Mi piace già
×

Aggiungiamo contenuti interessanti ogni giorno.

Seguici su Facebook