logo Per le cose che hanno importanza, "fai passaparola"!

Un uomo si reca in un rifugio e si fa indicare un cane che non voleva nessuno. Alla vista del suo ventre provato non esita un solo istante!

Ci sono sempre più persone che preferiscono adottare un cane da un rifugio piuttosto che acquistare un esemplare di razza da un allevamento – che spesso è un vero e proprio lager per animali, una fabbrica di cuccioli da commercializzare a scapito della loro salute e delle loro capacità di socializzazione. Anche le celebrità tendono a scegliere il loro amico a quattro zampe tra quelli ospitati nei canili. L’esempio più recente è quello di Ronnie Stanley, popolare giocatore di football statunitense – accompagnato dalla sua ragazza, ha visitato il rifugio Barcs Animal Shelter. La coppia voleva ricevere in affidamento un cane ben particolare, uno cioè che fosse nel rifugio da più tempo e che nessuno voleva prendere in adozione.

C’è una varietà di fattori che possono accrescere le difficoltà di un cane a essere adottato – l’età, le eventuali malattie, il carattere... la maggior parte delle persone ne vorrebbe uno giovane così da poterne plasmare il temperamento e sicuramente non un cane consumato dalle disfunzioni. Ronnie invece ha optato proprio per un cane che aveva già raggiunto una certa età e ne aveva passate di cotte e di crude. Adottandolo, questo campione di football voleva rimediare ai mali che gli erano stati inflitti dagli altri.

Al rifugio gli hanno subito fatto vedere una femmina di Pitbull, di nome Winter. Ecco, tornando al discorso dei fattori che penalizzano un cane c’è anche l’appartenenza ad una delle cosiddette razze pericolose... Una logica del tutto irragionevole perchè Winter è un cane dolce e carinissimo! Era stata trovata in una casa vuota, senza accesso al cibo e completamente disidratata. Sul ventre erano visibili le tracce delle passate cucciolate – con ogni probabilità quindi il compito di Winter era procreare per alimentare il traffico di cuccioli... Per via dei numerosi parti il suo ventre versava in pessime condizioni!

A catturare Ronnie e la sua compagna è stato però lo sguardo grato di Winter – quelli che sarebbero presto diventati i suoi genitori adottivi non hanno fatto caso ai difetti fisici del cane, per loro contava solo quanto di buono ci fosse in lei. D’ora in poi la cagna potrà vivere come si merita, circondata da persone che la amano e la accudiscono responsabilmente.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo Condividi su facebook

Non scartate i cani con troppa leggerezza.

× Seguici su Facebook Mi piace già
×

Aggiungiamo contenuti interessanti ogni giorno.

Seguici su Facebook