logo Per le cose che hanno importanza, "fai passaparola"!

Tutti ormai si erano rassegnati al pensiero della morte della bambina. Dopo 11 giorni QUESTO CANE ha guidato le squadre d’emergenza in una foresta...

Karina Chikitova è una coraggiosissima bimba di quattro anni che vive con la madre in un paesino della Siberia. Il padre lavora in un villaggio vicino e la figlia spesso lo raggiungeva a piedi... da sola. Un giorno, non avendolo trovato nel solito posto, Karina ha deciso di andare a cercarlo. Un errore che avrebbe potuto costarle la vita!

Karina si era infatti smarrita nei pericolosi boschi della siberia, abitati da orsi e lupi e di certo non immuni dalla morsa del freddo! Persino gli adulti non si avventurerebbero da soli in quei boschi non solo per il rischio di perdere facilmente l’orientamento ma anche per la presenza di animali selvaggi che è meglio non incontrare... Karina però era in buona compagnia!

Ti è piaciuto questo post? Condividilo Condividi su facebook

Naida, il suo fidato cane, non le staccava infatti gli occhi di dosso e la seguiva dappertutto. Questo cane le ha salvato la vita.

Dopo aver denunciato la scomparsa della bambina, i soccorritori si sono messi sulle sue tracce – le ricerche sono andate avanti per ben dieci giorni e le speranze di ritrovarla in vita ormai appese ad un filo. I genitori di Karina erano in preda al panico e divorati da un enorme senso di colpa. Nessuno se la sentiva di dirlo ad alta voce, ma la convinzione generale era che la bambina non ce l’avesse fatta. Quando ormai anche le illusioni si fecero flebili, Naida riuscì a trovare la strada verso l’abitato e ad allertare le squadre di ricerca.

× Seguici su Facebook Mi piace già
×

Aggiungiamo contenuti interessanti ogni giorno.

Seguici su Facebook