logo Per le cose che hanno importanza, "fai passaparola"!

La polizia mette in guardia da questo trend su Facebook, ma per questa madre è già troppo tardi. Le foto sono dappertutto!

Avrete sicuramente notato che da qualche tempo ci sono mamme che, in preda ad un orgoglio smisurato, pubblicano decine di scatti dei propri pargoli. A parte il fatto che questo può irritare gli amici stufi di avere il news feed ingolfato di foto e video di “marmocchi”, la mania di condividere fotografie di minori può essere pericolosa! Se ne è accorta, amaramente, la madre qui rappresentata. Era una giornata assolata e ha portato quindi sua figlia in piscina. Le ha fatto un sacco di foto che ha poi prontamente pubblicato sul social network più famoso. Non le è nemmeno passato per l’anticamera del cervello il pensiero che le immagini della bambina in costume da bagno potessero essere utilizzati a sproposito. Di certo non immaginava che finissero in un sito di pornografia infantile...

La polizia e i servizi di sicurezza di tutta Europa esortano il pubblico a non pubblicare materiale sui propri figlisu Internet! Questa attitudine a condividere foto e video può sortire effetti tragici per una serie di motivi. Eccoli.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo Condividi su facebook

1. I malintenzionati a sfondo sessuale possono facilmente scaricare e condividere foto di bambini.
2. I genitori non tutelano la privacy dei propri figli. Di conseguenza è possibile rintracciarli sul web con pochi click!
3. Con l’aiuto di fotografie pubblicate da incauti genitori i pedofilipossono creare falsi account sui social network e avvicinarsi così alle proprie vittime.
4. Con il tempo queste foto possono essere utilizzate per minacciarne i protagonisti, ormai divenuti grandi.

Ricordiamoci che le immagini online dei nostri bambini possono essere viste da chiunque! Non esponiamoli a situazioni rischiose.

Da condividere!

× Seguici su Facebook Mi piace già
×

Aggiungiamo contenuti interessanti ogni giorno.

Seguici su Facebook