logo Per le cose che hanno importanza, "fai passaparola"!

Dopo aver giocato nel parco suo figlio ha cominciato a comportarsi stranamente. Due giorni dopo ha visto QUESTO sulla sua testa.

Questa storia mostra che spesso le tragedie sono proprio dietro l’angolo e possono verificarsi per ragioni apparentemente futili. Lo ha constatato sulla propria pelle la famiglia di Jaden. Un giorno di marzo il bambino era al parco giochi con suo fratello e vari amici. Stavano tutti pedalando e Jaden, di dieci anni, era in sella alla sua bici senza casco. A un certo punto ha perso l’equilibrio e nella caduta si è sbucciato gomito e ginocchio. Sua madre Tiffany si è precipitata verso di lui per soccorrerlo, Jaden però aveva minimizzato dicendo che non gli era successo nulla. Due giorni dopo emerge una sconcertante verità, che gli era quasi costata la vita!

Tiffany ha pubblicato la foto di suo figlio su Facebook e cercato di sensibilizzare tutti i genitori affinchè non ripetessero lo stesso errore! Aveva infatti permesso a Jaden di andare in bicicletta senza casco. E benchè la sua caduta fosse sembrata un banale incidente, in realtà aveva rischiato di morire...

Ti è piaciuto questo post? Condividilo Condividi su facebook

Rientrati a casa Tiffany aveva avuto premura di chiedere un’altra volta se Jaden si sentisse bene. L’urto aveva causato delle escoriazioni al gomito e al ginocchio ma nulla di grave. Eppure due giorni dopo Jaden si è svegliato con un forte mal di testa, sembrava letargico e non aveva voglia di mangiare, cosa che per lui non era normale. Jaden è sempre stato un bambino pieno di energia. Tiffany, spaventata, si era accorta che Jaden aveva un leggero rigonfiamento sulla tempia destra e toccandolo aveva avvertito qualcosa di molliccio. Colta dal panico, ha portato il figlio di corsa in ospedale. Durante il tragitto Jaden ha cominciato a rimettere.

La diagnosi fatta al pronto soccorso era agghiacciante. Jaden è stato portato immediatamente in sala operatoria – quell’incidente apparentemente così innocuo aveva infatti provocato un trauma cranico e un ematoma epidurale. Le possibilità di sopravvivenza erano del 50%. I parenti di Jaden erano in preda al terrore – chi si aspettava danni così estesi dopo una caduta dalla bici?! L’intervento, che doveva durare un’ora e mezza, si è allungato di un’ora. Secondo i medici era un miracolo che ce l’avesse fatta. La maggior parte dei bambini più piccoli perde la battaglia con gli ematomi.

× Seguici su Facebook Mi piace già
×

Aggiungiamo contenuti interessanti ogni giorno.

Seguici su Facebook