logo Per le cose che hanno importanza, "fai passaparola"!

Un uomo porta a casa sua una bambina di nove anni sottoposta a intervento chirurgico. Un anno dopo i genitori di lei gli si gettano al collo per la gioia!

Sopravvivere ad un incendio significa spesso subìre delle terribili e sconvolgenti trasformazioni. Zubaida Hasan l’ha constatato sulla propria pelle quando aveva solo 9 anni. Viveva in Afghanistan e nel 2001 il fuoco l’aveva quasi divorata viva. E’ scampata alla morte ma le ustioni provocavano un dolore incessante e non voleva vedere la propria immagine riflessa nello specchio. Le foto che vi mostriamo non hanno nulla di ritoccato (sotto a ciascuna foto trovate i link su Youtube che raccontano la storia della bambina). Il suo aspetto oggi ha del miracoloso, stenterete a crederci!

Zubaida portava addosso i segni gravissimi delle ustioni. La parte inferiore del suo viso si era letteralmente fusa. I suoi genitori la portarono in vari ospedali locali ma i medici dicevano di non poter fare nulla per la bambina.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo Condividi su facebook

Il padre di Zubaida era disperato. Intuendo il profondo dolore che sua figlia doveva provare, la portò in una base militare americana. Nel frattempo era già passato un anno dall’incidente...

I soldati si misero in contatto con un rinomato chirurgo plastico americano, il dottor Peter Grossman. L’uomo era un esperto di vittime di ustioni ma lui stesso dovette riconoscere che il caso della bambina afghana era particolarmente problematico. Decise però di fare il possibile per aiutarla!

× Seguici su Facebook Mi piace già
×

Aggiungiamo contenuti interessanti ogni giorno.

Seguici su Facebook