logo Per le cose che hanno importanza, "fai passaparola"!

La 21enne si fotografa con il proprio bambino, non avendo idea che presto...

Il 23 settembre 2015 sarebbero passati sette anni da quando Destiny Mantia conobbe suo marito Corey. Lei aveva 15 anni e lui ne aveva 16. Fecero conoscenza durante una partita. La coppia, felice, si sposò tre anni dopo.

Il 20 settembre del 2014 le loro vite vennero distrutte. A distruggerle fu una donna estranea. Questo è quello ha scritto Destiny nell’anniversario di quanto accaduto:

"Esattamente un anno fa era un giorno come tanti altri. Corey si era alzato presto per andare al lavoro. Nostro figlio Perker e io restammo a casa e giocammo tutto il giorno. Corey tornò a casa e giocò con il nostro amato figlio, poi ci prese per portarci in un centro benessere, per il quale avevamo messo da parte i soldi. Avevamo bisogno di una vacanza. Finalmente era giunto il momento della partenza. Non sapevamo che in breve tempo sarebbe cambiato tutto. Non avremmo più avuto un futuro insieme. Tutti i nostri sogni non si sarebbero realizzati mai. Non avremmo comprato una casa, non saremmo andati con Parker dal parrucchiere per la prima volta, non sarebbe andato a scuola, la nostra famiglia non si sarebbe mai più allargata. Proprio così. Tutto quello che conoscevamo avrebbe presto cessato di esistere.

Durante il tragitto fino al centro benessere, il mio fantastico marito era alla guida, io stavo allattando al seno nostro figlio che stava guardando miki mouse. All'improvviso siamo stati colpiti da un’auto guidata da una donna ubriaca che andava ad alta velocità. Questo giorno resterà per sempre impresso nel mio cuore. La decisione di quest’unica persona egoista, la quale ha pensato di „poter guidare”, ha preso la vita del mio innocente figlioletto di 15 mesi seduto sul sedile posteriore. Io e mio marito siamo stati trasportati in elicottero in ospedale, dove a distanza di 24 ore Corey perse la sua battaglia per la vita. Quella donna ha distrutto una famiglia...

Un’unica irresponsabile decisione presa da un guidatore ubriaco mi ha reso vedova e madre di un angelo all’età di 21 anni. Provocandomi molti incubi, il rapporto della polizia e l’autopsia di mio figlio che ho dovuto vedere e le tante foto del luogo dell’incidente. Queste cose non le dovrebbe nè vedere nè immaginare nessuna 21enne. Sono finiti i miei sogni, si è innescato un dolore talmente forte che mai avrei immaginato".

Dolore e disperazione, un futuro che poteva essere diverso se qualcuno avesse reagito quando questa donna aveva espresso l'intenzione di mettersi al volante. Puoi salvare la vita a qualcuno! Non permettere che le persone a te vicine salgano al volante sotto l’effetto di bevande alcoliche. Sii responsabile! NON GUIDATE IN STATO DI EBBREZZA!

Questo drammatico appello della giovane vedova si è diffuso rapidamente sui social network. La stessa Destiny fu sorpresa dal riscontro ottenuto. Magari almeno una persona non si siederà al volante dopo aver bevuto.

Ti è piaciuto questo post? Condividilo Condividi su facebook

Anche la donna che si era seduta al volante dopo aver assunto bevande alcoliche morì sul posto. La sua famiglia non si è mai messa in contatto con Destiny. Destiny porta rancore nei loro confronti. „Questa donna stava tornando da un ricevimento di matrimonio, al quale c’erano più di cento persone e ognuna di esse avrebbe potuto evitare la tragedia”.

Parker aveva 15 mesi ed è morto sul posto

× Seguici su Facebook Mi piace già
×

Aggiungiamo contenuti interessanti ogni giorno.

Seguici su Facebook